Posizioni percettive: Rispetto e Offesa

Metafore dei due stati


RI-SPETTO

OFFESA




Sono un soggetto che percepisce


distinguo i pensieri dalla realtà


sono attento a soddisfare i miei veri bisogni


giudico la mia soddisfazione

 


autonomo sono me stesso

 


voglio migliorare il comportamento osservando le sue conseguenze


desidero il riconoscimento degli altri


perseguo obiettivi miei


sono consapevole delle mie motivazioni legate alla soddisfazione di miei veri bisogni


so cambiare comportamento accorgendomi dei suoi risultati perchè non me ne identifico


distinguo i risultati dalle mie intenzioni


circolo virtuoso: attento ai miei bisogni e all nesso comportamento-conseguenze, ottengo quel che mi serve -> più sono soddisfatto


sento "giusto/sbagliato" e rimango attento all'"utile/inutile"


sono responsabile


sono determinato dala mia struttura e libero di scegliere come prestare attenzione


non sono conformista


sto sereno


mi sento fiducioso nello stare attento, amo stupirmi


mi accorgo delle emozioni, e uso


amo apprendere, desidero imparare


mi godo il vuoto e osservo


attento al presente, flessibile: fiducioso, libero di dedicarmi a quel che vale davvero per me


riconosco l'ipocrisia delle mie emozioni negative, e svaniscono


mi faccio tenerezza in quanto persona


mi rispetto, mi godo l'attenzione a come sto attento e lo stato di flusso


mi sento